Xantorrea

nome botanico:
Xanthorrhoea

famiglia:
Xanthorrhoeaceae

breve descrizione:
Pianta molto longeva, supera i 900 anni d’età, dal portamento simile a quello delle palme, con le foglie che sembrano dei fili d’erba può raggiungere i 6 metri d’altezza. La sua crescita se coltivata bene è di circa 2 cm all’anno.Il suo tronco è molto scuro ed è simile ad un pezzo di carbone. E’ l’unico superstite del bush australiano, le sue foglie secche sono molto infiammabili. Dopo gli incendi si riduce ad un pezzo di tronco carbonizzato e dopo circa 1 mese comincia a tirare fuori dal centro della pianta le nuove foglioline. Ci sono circa 28 specie di Xanthorrhoea, le più note sono Glauca, Johnsonii, Preissii e Zan blù

periodo di fioritura:
presenta un infiorescenza di colore bianco. Questa in natura avviene in un distino periodo che varia da specie a specie. Solitamente la fioritura viene stimolata dagli incendi perciò si verifica nel periodo dopo l’incendio. In Italia la pianta fiorisce solitamente da Aprile a Luglio.
area di origine: Australia

clima:
tropicale e sub-tropicale

uso:
nelle regioni più fredde vive in appartamento, dove il clima lo consente può essere piantata in piena terra in giardino. In Italia centro meridionale la pianta vive tranquillamente in giardino

ACCORGIMENTO E CURE

esposizione e luminosità: Vive bene solo in ambienti con una luce intensa e diffusa. E’ possibile esporla al sole pieno.
temperatura: Si adatta a climi caldi, infatti, nelle regioni dal clima mite può vivere in esterno. Si consiglia di mantenerlo in ambienti con temperatura superiore a 0°C e di evitare gli sbalzi di temperatura.
substrato: Si utilizza un terriccio drenante. Composta al 60 % di terriccio e 40% di pomice e lapillo vulcanico.
irrigazione: E’ consigliabile lasciare sempre asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra durante il periodo vegetativo che in Italia và da aprile a ottobre.In inverno sospendere totalmente le annaffiature se la pianta vive in interno
concimazione: Utilizzare una volta all’anno( Aprile-Maggio) un concime a cessione programmata 2-3 mesi.
rinvaso: si consiglia di rinvasare la piante ogni 3-4 anni in vasi poco più grandi senza disturbare troppo le radici.
potatura: Non sono necessarie potature.
storia: il nome comune più noto è Black boy, perchè la sua forma può ricordare quella del busto forte di un giovane aborigeno “ ragazzo nero”. Dalla sua resina si ricava della polvere da sparo che è stata usata nella prima guerra mondiale ed anche vernice, lacca,adesivo e negli ultimi anni la usano nel campo pirotecnico
ambiente: Questa speciale pianta vive in zone desertiche. Nei luoghi d’origine le piante sono soggette a continui incendi, che ne bruciano tronchi e foglie. In breve, però le xanthorrhoea si riempiono di nuova vegetazione e tornano ad essere rigogliose. Alcuni esemplari in natura hanno superato i 900 anni di età.

In questo momento il nostro vivaio dispone di un assortimento di varietà e misure di Xanthorrhoe tra i più grossi d’Europa . Le varietà presenti sono la Glauca, Johnsonii, Preissii, Preissii robusta e Zan blu. Abbiamo tronchi singoli e ramificatifino a 3 metri e 50 d’altezza.
Quest’ultima, la Xanthorrhoea Zan Blù è una varietà dalle dimensioni straordinarie, a 1 metro d’altezza presenta un tronco di oltre 45 cm di diametro con delle foglie molto più rigide, quadrangolari e di colore più glauco. Il suo diametro fogliare è di oltre 3 metri. Il suo fiore ha un altezza di oltre 3 metri.
In questa pagina potete vedere alcuni dei nostri esemplari di Xanthorrhoea.